MIB: Man In Black - International

Men in Black international locandina 

MIB: Man In Black International - Il film spin-off della Saga, ecco la recensione

Benvenuti in questa nuova recensione del canale Film e Cinema di IALLA.it!

A pochi giorni dall’uscita nelle sale cinematografiche italiane ho pensato di cedere alla tentazione di vedere questo nuovo capitolo della Saga Man In Black.

In realtà qui si tratta di uno spin-off della precedente trilogia (iniziata nel lontano 1997 e basata sulla serie a fumetti di Lowell Cunningham che porta il medesimo nome) egregiamente interpretata da Will Smith e Tommy Lee Jones.

Questa “variante” denominata International conferma lo stile “leggero” e per tutta la famiglia del film, esattamente come è stato per la trilogia originale. In più lo spin-off risulta molto politicamente corretto grazie all'inserimento nel ruolo di protagonista un Agente MIB donna e di colore (l'Agente M, Tessa Thompson) che va ad affiancare il bellissimo Agente H (Chris Hemsworth) e High T (Liam Neeson). Ma l'effetto Girl Power non si ferma qui: viene introdotta anche l'Agente O (Emma Thompson) nel ruolo di Super Capo che coordina le decisioni più importanti dai "piani alti".

Interessante trovare di nuovo insieme la coppia Chris Hemsworth e Tessa Thompson nei panni di super agenti "in nero" (dopo aver indossato rispettivamente quelli di Thor e Valchiria in ben altro genere di film) sempre con l'obiettivo di salvare il Pianeta Terra dagli alieni. 

Buono il cast, molto buono in particolare il feeling tra i due protagonisti principali. Il balzo temporale di oltre 20 anni rispetto al primo dei Men in Black del lontano 1997 fornisce effetti speciali molto più moderni e realistici, rendendo piacevoli le numerose scene action.

Stranamente, nonostante si tratti di un chiaro spin-off, non ci sono scene post-credit che lascino immaginare un sequel della nuova saga. Probabilmente gli incassi giocheranno un ruolo determinante, come sempre avviene nei film blockbuster.

Al momento però questo quarto capitolo Men in Black: International rimane molto indietro rispetto ai primi tre, soprattutto per il ruolo ironico, scanzonato e un po' sbruffone del mitico Agente J (alias Will Smith) che purtroppo Chris Hemsworth non riesce ad eguagliare. 

Intendiamoci bene: secondo me non è un problema dell'attore ma proprio di copione e di sceneggiatura che a tratti risulta pari ad una (banale) commedia. 

Il film comunque si lascia guardare, senza grandi attese, e ve lo consiglio giusto come alternativa "spensierata" per una serata davanti al grande schermo con tutta la famiglia. 

 

VOTO: 6,5

Buona visione e... alla prossima recensione!

---
Written by: Alice Bressani

Locandina e logo Men in Black sono proprietà di Sony Pictures e Columbia Pictures

 

Acquista il film Men in Black: International in Blue-ray 4K su Amazon

 

Altro in questa categoria: « Fast & Furious - Hobbs e Shaw
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Chiudi